Pubblicato il: 12/02/2020
Un dettaglio della locandina dell'edizione 2020 di "Cervell..a..Mente"

Un dettaglio della locandina dell'edizione 2020 di "Cervell..a..Mente"

Nuova edizione, dal 17 al 21 febbraio, per la manifestazione "Cervell..a..Mente", promossa dal CEND, Centro di Eccellenza per le Malattie Neurodegenerative dell’Università Statale di Milano, che quest’anno sarà dedicata a "Il Cervello: tra Scienza e Sapienza". A inaugurare la nuova edizione, il 17 febbraio, sarà il rettore dell'Università Statale, Elio Franzini. Ore 10, aula Magna, via Festa del Perdono 7. 

A fare da filo conduttore dei cinque incontri in programma all'Università Statale, sarà il rapporto tra intelligenza umana e intelligenza artificiale. L’intuizione di Alan Turing sulla possibilità di progettare macchine che siano in grado di apprendere, ossia che abbiano la capacità di modificare le regole che le sono state in principio impartite, è quello che oggi chiamiamo intelligenza artificiale. Una realtà, ormai sviluppata, che affascina, intimorisce e spinge a riflettere sul significato di "sapienza", come la chiamava Sant’Agostino o, come oggi la definiamo, "conoscenza": l’insieme di tutte le informazioni, interne ed esterne, che, in ciascun individuo, organizzano le domande e le risposte coordinandole tra di loro in forma di rappresentazione, permettendo di progettare l’azione in vista del raggiungimento di certe finalità. Nell’uomo tutto questo avviene per mezzo di una macchina naturale, in grado di immagazzinare e rielaborare dati: il cervello.

Le capacità e l’efficienza del cervello sono però ancora irraggiungibili per una macchina artificiale. Al contempo, non meno complessa è la strada per comprendere il funzionamento del cervello e guarirne le malattie. Da queste considerazioni, i temi al centro dell’edizione 2020 di “Cervell…a…mente” che vedràa confrontarsi esperti e studiosi con al centro la domanda cruciale: "Cosa è l’uomo nel 2020?"

Per partecipare agli incontri è necessario prenotarsi inviando una mail a centro.eccellenza@unimi.it. Le prenotazioni saranno accettate fino ad esaurimento posti.

Contatti