Pubblicato il: 21/11/2019

Alberico Luigi Catapano, Matteo Cesari, Carlo La Vecchia, Eva Negri, Salvatore Siena e Giuseppe Viale sono i sei docenti dell'Università Statale di Milano tra gli Highly Cited Researchers 2019.

La lista, stilata ogni anno da Web of Science Group della Clarivate Analytics Company, "premia" le ricercatrici e i ricercatori più citati tra pari a livello internazionale e per l'Ateneo di via Festa del Perdono si tratta di un ulteriore prestigioso riconoscimento per la ricerca condotta in Statale, in ambiti che spaziano dalle scienze farmacologiche all'oncologia, dagli studi di epidemiologia alla clinica e alla statistica medica.

Alberico Catapano

Alberico Luigi Catapano

Alberico L. Catapano
Alberico Catapano è docente di Farmacologia presso il dipartimento di Scienze farmacologiche e biomolecolari e direttore del Centro di epidemiologia e farmacologia preventiva dell'Università Statale di Milano.

Dopo la laurea in Chimica e Tecnologia farmaceutica nel 1976 e specializzazione in Farmacologia clinica nel 1979 in Statale e un periodo come associate research fellow presso il Baylor college of Medicine e il Methodist Hospital di Houston (Texas) al 1976 al 1979, il professor Catapano ha svolto ricerche nei settori dell'aterosclerosi, dei lipidi, delle lipoproteine e delle dislipidemie genetiche che hanno segnato passi avanti nell'identificazione di bersagli terapeutici e nella valutazione di farmaci ipolipemizzanti.

Direttore, inoltre, del Centro per lo studio dell'aterosclerosi presso l'Ospedale "Bassini" e l'IRCCS Multimedica, Alberico Catapano è autore di oltre 460 articoli scientifici su riviste peer-reviewed e di numerosi libri nell'area dell'aterosclerosi, delle lipoproteine e del metabolismo lipidico.

Editore della rivista Atherosclerosis Supplements e co-editore di Atherosclerosis e associate editor di numerose altre riviste scientifiche, il professor Catapano è anche presidente della Società Italiana di Terapia Clinica e Sperimentale (SITeCS) e del comitato delle linee guida EAS della European Society of Cardiology (ESC) per il trattamento delle dislipoproteinemie e direttore generale della Fondazione SISA (Società Italiana per lo Studio dell'aterosclerosi).

Matteo Cesari

Il professor Matteo Cesari

Matteo Cesari

Matteo Cesari è docente di Geriatria presso il dipartimento di Scienze cliniche e di comunità dell'Università Statale di Milano e direttore di Unità Operativa Semplice dipartimentale di Geriatria presso la Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Geriatria presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, il professor Cesari ha lavorato in Italia (presso il Policlinico Universitario "Agostino Gemelli" e il Policlinico Universitario Campus Biomedico a Roma), negli Stati Uniti (prima presso la Wake Forest University e poi all'Institute on Aging-University of Florida) e, più recentemente, in Francia (presso il Gérontopôle del Centre Hospitalier Universitaire de Toulouse), fino al trasferimento a Milano nell'ottobre 2017.

Impegnato negli studi sulla condizione età-relata della fragilità e sulle strategie per prevenire l’insorgenza della disabilità nell'anziano, Matteo Cesari è autore di oltre 450 articoli scientifici su riviste peer-reviewed e indicizzate, di più di 20 capitoli su libri scientifici a diffusione internazionale e di numerose pubblicazioni a titolo divulgativo e ricopre il ruolo di Editor-in-Chief per la rivista scientifica The Journal of Frailty & Aging, e di Senior Associate Editor per The Journal of the American Medical Directors Association. Il professor Cesari è, inoltre, consulente per il World Health Organization su temi legati all'invecchiamento e alle patologie età-relate.

Carlo La Vecchia

Il professor Carlo La Vecchia

Carlo La Vecchia

Già tra gli Highly Cited Researchers nel 2002, 2017 e 2018, Carlo La Vecchia è docente di Statistica medica ed Epidemiologia presso il dipartimento di Scienze cliniche e di comunità dell'Università Statale di Milano dove si occupa di epidemiologia dei tumori e dei rischi associati a dieta, tabacco, contraccettivi orali ed esposizioni occupazionali od ambientali ad agenti tossici, di analisi degli andamenti temporali e della distribuzione geografica nella mortalità per tumori, malattie cardiovascolari, patologie perinatali e altre malattie importanti.

Autore e coautore di oltre 2.700 pubblicazioni, il professor La Vecchia ha insegnato e portato avanti studi sull'epidemiologia presso università e istituti di ricerca nazionali e internazionali come l'Harvard School of Public Health, l'Eastman Dental Institute - University College London, l'Université de Lausanne(Svizzera), l'International Agency for Research on Cancer, l'Istituto Mario Negri di Milano e la School of Medicine della Vanderbilt University, Nashville (Tennessee).

Editor di Epidemiology, Biostatistics and Public Health, Carlo La Vecchia è associate editor dell'European Journal of Cancer Prevention e di The Oncologist e membro del Comitato Editoriale di oltre 20 riviste e revisore per oltre 70, oltre che membro di numerose board di revisione di grant, inclusi gli Advanded Grants dell'European Research Council.

Eva Negri

La professoressa Eva Negri

Eva Negri

Dopo la laurea in Matematica e la specializzazione in Statistica medica all’Università Statale di Milano, la dottoressa Eva Negri conduce studi di epidemiologia e biostatistica dei tumori e altre malattie non comunicabili presso il dipartimento di Scienze biomediche e cliniche "Luigi Sacco" della Statale, dopo aver diretto il laboratorio di Epidemiologia dell'Istituto Mario Negri" di Milano.

Autrice di oltre mille articoli scientifici, la dottoressa Negri si occupa di analisi degli andamenti temporali e della distribuzione geografica della mortalità per tumori, malattie cardiovascolari, incidenti e altre patologie selezionate, di associazione tra esposizioni ambientali a breve e lungo termine e rischio di patologie, di mortalità di coorti di lavoratori, di ri-analisi collaborative e meta-analisi di studi epidemiologici e di farmaco-epidemiologia utilizzando i database amministrativi sanitari.

Salvatore Siena

Il professor Salvatore Siena

Salvatore Siena
Già tra gli Highly Cited Researchers dal 2015 al 2017, Salvatore Siena è docente Oncologia medica presso il dipartimento di Oncologia ed Emato-Oncologia dell'Università Statale di Milano e direttore della Struttura Complessa Oncologia Falck e del dipartimento di Ematologia e Oncologia all'Ospedale Niguarda.

Dopo la laurea in Medicina e Chirurgia e la specializzazione in Oncologia e in Ematologia all'Università di Pavia, il professor Siena è stato anche post-doctoral fellow al Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di  New York.

Impegnato nella diagnosi e cura dei tumori dell'adulto e della ricerca e sviluppo di nuove terapie oncologiche, Salvatore Siena conduce sperimentazioni cliniche soprattutto di fase 1-2 con farmaci a bersaglio molecolare e/o immunologico per la terapia di tumori dell'apparato digerente (carcinoma del colon, retto, stomaco, pancreas) e del polmone, delle vie urinarie e a sede primitiva ignota.

Il professor Siena è autore di circa 300 pubblicazioni scientifiche ed è responsabile di finanziamenti per la ricerca oncologica da parte di agenzie no-profit (Associazione Italiana Ricerca Cancro AIRC, Fondazione Oncologia Niguarda Onlus, European Commission CORDIS 7th EU Framework Program e HORIZON 2020, Ministero della Salute, Regione Lombardia) e membro attivo di società scientifiche ESMO (European Society for Medical Oncology) e ASCO (American Society of Clinical Oncology) e fino al 2014 faculty member dell'International Education Council for Molecular Targeted Therapy of Cancer.

Giuseppe Viale

Il professor Giuseppe Viale

Giuseppe Viale
Giuseppe Viale è docente di Anatomia patologica presso il dipartimento di Oncologia ed Emato-Oncologia dell'Università Statale di Milano e direttore del dipartimento di Anatomia patologica e Medicina di laboratorio presso l'Istituto Europeo di Oncologia (IEO) in Milano.

Laureato in Medicina e Chirurgia, con successiva specializzazione in Anatomia patologica e Tecniche di laboratorio, il professor Viale è attualmente coordinatore del dottorato in Medicina dei sistemi, dopo aver diretto la scuola di specializzazione in Anatomia patologica della Statale dal 2013 al 2019. Dal 1997 è fellow del Royal College of Pathologists.

Autore di 585 articoli su riviste internazionali e di 41 capitoli di libri, Giuseppe Viale studia i marcatori prognostici e predittivi nel carcinoma mammario, l'anomala espressione di oncogeni e di geni oncosoppressori nelle neoplasie umane e le alterazioni nel controllo del ciclo cellulare e della apoptosi.

Responsabile del laboratorio centrale di riferimento per gli studi clinici dell'International Breast Cancer Study Group (IBCSG) Berna (Svizzera), del Breast International Group (BIG) Bruxelles (Belgio) e della Fondazione Michelangelo (Milano), il professor Viale è membro attivo di molte società, organizzazioni e comitati internazionali come ASCO (American Society of Clinical Oncology) e CAP (College of American Pathologists) e fa parte dello steering committee dell'Early Breast Cancer Trialists’ Collaborative Group.

Contatti