Pubblicato il: 10/06/2021
Il logo del laboratorio SPS TREND

Il logo del laboratorio SPS TREND

Dopo un inverno problematico e ricco di paure, in cui il governo è stato costretto a introdurre nuove severe misure per contenere la pandemia, oggi sembra profilarsi la fine della terza ondata. La nuova speranza viene soprattutto dai vaccini. Quasi la metà della popolazione ha ricevuto almeno la prima dose e la maggioranza di chi non l’ha ancora ricevuta si dichiara disponibili a farlo.

Grazie a un finanziamento della Fondazione Cariplo, il laboratorio SPS TREND dell’Università Statale di Milano ha potuto continuare il monitoraggio svolto durante la prima e la seconda ondata di Coronavirus per studiare i comportamenti e le opinioni degli italiani nel corso della pandemia.

Come hanno dunque reagito gli italiani alla terza ondata di Coronavirus? Cosa pensano oggi dei vaccini e delle misure restrittive anti contagio? A queste e altre domande fornisce una risposta il nuovo rapporto di ricerca del progetto ResPOnsE Covid-19.

 L’indagine, coordinata dai docenti della Statale, Cristiano Vezzoni Antonio Chiesi, è a cura del laboratorio  SPS TREND, presso il dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università Statale di Milano.

 Le analisi presentate nel rapporto considerano i dati di tre rilevazioni:

- prima rilevazione (15.000 casi), interviste quotidiane dal 6 aprile al 7 luglio 2020;

- seconda rilevazione (3.000 casi), interviste nel periodo natalizio, dal 21 al 31 dicembre 2020;

- terza rilevazione (8.412 casi), interviste quotidiane dal 17 marzo al 6 giugno 2021.

 I principali risultati 

•        L’arrivo dei vaccini ha generato fiducia in un ritorno alla normalità.

•        Con l’avvio del piano vaccinale, cresce notevolmente la disponibilità a vaccinarsi (dal 60% al 75%).

•        Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, le attività svolte fuori casa sono notevolmente aumentate, coerentemente con le chiusure di minore severità attuate ad aprile 2021, rispetto a un anno prima. Ormai, la maggior parte delle persone si reca al lavoro e esce per passeggiate o fare sport.

•        Crescono fino a raggiungere il 50% gli italiani che chiedono un alleggerimento delle misure restrittive.

•    Gli italiani però non abbassano la guardia: l’adesione ai comportamenti anti-contagio rimane molto alta, soprattutto per quanto riguarda l’uso della mascherina.  Nonostante vengano svolte più attività rispetto allo scorso anno, l’applicazione delle norme anti-contagio mantiene un livello costante.

•        Da marzo 2021 cresce la richiesta di un alleggerimento delle misure restrittive

•        Rimane aperta la questione dell’economia. Le preferenze degli italiani si pongono ora in una posizione intermedia tra salute pubblica e ripresa economica.

•      La percezione dello stato dell’economia rimane il punto più incerto: solo il 10% vede già la possibilità di un miglioramento. La maggior parte degli intervistati prevede invece che le cose rimarranno come sono.

 

Il rapporto completo è disponibile online alla pagina: https://spstrend.unimi.it/

Contatti