Immagine di copertina cultura e società

La figura femminile al centro dello spettacolo teatrale tratto dall’opera “Due Partite” di Cristina Comencini, in cui quattro amiche si incontrano per la loro abitudinaria partita a carte e si confrontano sulle condizioni sentimentali, familiari e sul loro stato di serenità emotiva. Lo spettacolo è il risultato del laboratorio svolto nella Casa Circondariale di San Vittore, Sezione Femminile, nato dalla Call for Ideas “Non Solo Limiti” dell’Ufficio Progetti Sociali e Volontariato della Statale.

Evento del Centenario
Quando
26 Giugno 2024
ore 16:30
dove
Contatti
2024-06-26 16:30:00 2024-06-26 18:00:00 Europe/Rome Partite in due tempi – e tutto il tempo necessario per riflettere su noi stesse <p>AJ</p> <p>Lo spettacolo teatrale &quot; Partite in due tempi – e tutto il tempo necessario per riflettere su noi stesse&quot; nasce da una rielaborazione dell’opera “Due Partite” di Cristina Comencini, in cui quattro amiche si incontrano per la loro abitudinaria partita a carte del giovedì pomeriggio. In uno di questi incontri, le protagoniste si confrontano sulle proprie condizioni sentimentali e familiari e sul loro attuale stato di serenità emotiva.</p> <p>7 giugno -&gt; in attesa di comunicazione da Terza Missione su location e eventuale nuova locandina</p> <p>Lo spettacolo “Partite in due tempi – e tutto il tempo necessario per riflettere su noi stesse&quot; è nato da un laboratorio teatrale che si è svolto presso la Sezione Femminile della Casa Circondariale di San Vittore, e ha coinvolto studenti e studentesse Unimi e donne ristrette.</p> <p>Il percorso teatrale, nato dalla Call “Non solo Limiti”, promossa dall’Ufficio Progetti Sociali e Volontariato, ha lo scopo di definire un dialogo profondo tra contesto esterno ed interno al carcere, fino a giungere alla fusione di stati d’animo ed esperienze diverse tra le due realtà.</p> <p>Protagonista è il tema del tempo, vissuto e sentito da chi sta dentro il carcere e chi sta fuori in modo differente rispetto ai ritmi e alle aspettative che ogni partecipante ha del proprio futuro.</p> <p>L’evento prevede in apertura, i saluti iniziali e l’intervento delle autorità istituzionali della Casa Circondariale di San Vittore (Direttore, Vice Direttore, Responsabile dell’Area Educativo-trattamentale), che illustreranno la struttura interna delle attività socio-educative presenti. Al termine dello spettacolo sarà possibile, inoltre, un confronto tra il pubblico presente e le partecipanti al laboratorio.</p> Sala Pio XII - Sant'Antonio; via Sant'Antonio, 5, 20122 Milano (MI)