Pubblicato il: 18/09/2020
Il logo del progetto  "Fish AI - Developing an artificial intestine for the sustainable farming of healthy fish"

Il logo del progetto "Fish AI - Developing an artificial intestine for the sustainable farming of healthy fish"

Il progetto di ricerca guidato dall’Università Statale di Milano “Fish AI” alla Future Tech Week, nell’ambito degli European Research and Innovation Days, l’iniziativa della Commissione Europea che, dal 22 al 24 settembre, riunirà enti, istituzioni e stakeholder per riflettere e disegnare le future politiche di ricerca e innovazione.

Il video di presentazione del progetto è stato, infatti, selezionato tra quelli  che saranno portati all’attenzione dei partecipanti
per raccontare e spiegare i progetti di ricerca finanziati nell’ambito del programma Future and Emerging Technology (FET). "Fish AI - Developing an artificial intestine for the sustainable farming of healthy fish", questo il nome completo del progetto, coordinato da Fulvio Gandolfi, docente del dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali - Produzione, Territorio, Agroenergia e condotto in collaborazione con l'Israel Oceanographic and Linmological research LTD, la Universiteit Gent, Biofabics LDA, la Norwegian University of Life Science e la Skretting Aquaculture Research center AS, si propone di mettere a punto una piattaforma di coltura 3D di nuova generazione, che riproduca in vitro il complesso microambiente della mucosa intestinale. In sostanza, i ricercatori sono al lavoro per sviluppare un intestino di pesce artificiale per identificare nuovi mangimi che riducano l’impatto ambientale dell’acquacultura. L’obiettivo è ottenere una valutazione predittiva della salubrità e del valore nutrizionale di componenti alternativi per le diete da impiegare in acquacoltura.

Della durata di quattro anni, finanziato nell’ambito del programma europeo Future and Emerging Technology (FET Open 2018-2020), "Fish AI" abbraccia molti campi della scienza: fisiologia della nutrizione, ingegneria dei tessuti, biologia cellulare e medicina rigenerativa e punta quindi allo sviluppo di tecnologie innovative al servizio di una produzione alimentare sostenibile, riducendo significativamente il numero degli animali impiegati a uso sperimentale.

Per noi - commenta Gandolfi - è stata una grossa soddisfazione essere inclusi tra i progetti più interessanti nell’ambito delle ricerche su energia ed ambiente. I risultati iniziano a confermare le nostre ipotesi. Abbiamo isolato due linee cellulari dall’intestino di trota che si sono adattate bene ai primi prototipi della piattaforma 3D. Dopo qualche ritardo dovuto all’emergenza sanitaria che ha rallentato il lavoro di tutti i partners, i dati hanno ripreso ad arrivare e speriamo di avere i primi risultati funzionali nei prossimi sei mesi". 

Il video del progetto sarà proiettato nella sessione del 23 settembre, in programma dalle ore 15 alle 17.15; sessione che include una Ted Talk sull'architettura vivente di Rachel Armstrong e una discussione sull'argomento A Female Perspective on Robotics & IT. Il video streaming in cui è inclusa la proiezione di “Fish AI” (progetti FET nel campo energia e ambiente) sarà eseguito a partire dalle 15.22.

 

Contatti

  • Fulvio Gandolfi
    DIPARTIMENTO DI SCIENZE AGRARIE E AMBIENTALI - PRODUZIONE, TERRITORIO, AGROENERGIA