Pubblicato il: 16/04/2019
Il logo del progetto Ials

Il logo del progetto Ials

Si chiama IALS (Integrated Alpine Livestock Systems: from ecosystem services to premium mountain products) il progetto nato dalla collaborazione tra l'Università Statale di Milano, l'Università degli Studi della Tuscia e l'Università degli Studi di Napoli Federico II avviato sul territorio del Verbano-Cusio-Ossola con l’obiettivo di sostenere gli agricoltori montani e proporre nuove strategie per la promozione dei prodotti lattiero-caseari sul territorio.

Il progetto, che vede l’Università Statale come capofila - con Anna Gaviglio, docente del dipartimento di Scienze veterinarie come coordinatore scientifico -  si articola in due fasi. Nella prima, otto ricercatori specializzati in nutrizione animale, chimica analitica e sistemi di produzione animale, analizzeranno le proprietà funzionali di latte e formaggio di montagna prodotti in due aziende della Val d'Ossola (VB) e misureranno il valore dei benefici non economici offerti dagli allevamenti montani alla collettività (il presidio del territorio da parte dell’uomo, la tutela della biodiversità); nella seconda fase, invece, verranno coinvolti sei ricercatori specializzati in economia agraria, economia ambientale, scienze dei consumi per realizzare una serie di analisi sui prodotti di montagna.
I risultati delle indagini saranno utilizzati anche per capire la disponibilità dei consumatori a pagare maggiormente un prodotto montano, aiutando anche ad allineare la pianificazione delle politiche per la montagna alle richieste dei consumatori.

Il progetto IALS è finanziato nell’ambito del bando “Agricoltura di Montagna - AGER agroalimentare e ricerca” delle Fondazioni in rete per la ricerca agroalimentare.

 

Contatti

  • Anna Antonia Maria Gaviglio
    DIPARTIMENTO DI SCIENZE VETERINARIE PER LA SALUTE, LA PRODUZIONE ANIMALE E LA SICUREZZA ALIMENTARE