Pubblicato il: 01/03/2021
Immagine tratta da Pixabay

Immagine tratta da Pixabay

Tre incontri per riflettere su "Un’etica civile per l'era digitale". Il 3, 4 e 5 marzo, il corso di laurea magistrale in Management of Human Resources del dipartimento di Scienze sociali e politiche dell'Università Statale di Milano, con Assoetica, organizza un ciclo di incontri online, sulla piattaforma ZOOM, con al centro la sostenibilità dell'innovazione e i limiti dello sviluppo.

La scienza e la tecnica appaiono come risposte alle difficoltà del presente. Progresso, innovazione, crescita offrono soluzioni ai problemi. In particolare, grande affidamento è riposto oggi negli strumenti e nelle piattaforme digitali, in Intelligenze Artificiali, algoritmi, robot, macchine autonome. Sono speranze fondate, ma la saggezza insegna a noi esseri umani a interrogarci sulla sostenibilità dell'innovazione e sui limiti dello sviluppo. La saggezza insegna anche a porsi domande, senza accettare i frutti della scienza e della tecnica a scatola chiusa. A questa umana saggezza possiamo dare un nome: etica. L'etica, così intesa, chiama in causa ogni essere umano, ogni cittadino. Non può dunque bastare che a definire quale sviluppo sia da considerare etico e quali norme e vincoli debbano regolare la ricerca scientifica e tecnologica più avanzata siano esclusivamente gli addetti ai lavori: scienziati, ricercatori, progettisti, imprenditori impegnati nel business digitale e biotecnologico.

Guardando in special modo al "passaggio al digitale", vanno perciò cercati e trovati modi affinché l'opinione, le sensazioni, i valori che i cittadini tutti sentono propri siano tenuti in considerazione, nel momento in cui vengono progettati gli strumenti e le piattaforme tramite i quali già oggi si svolge la vita civile. Ancora più attenzione va posta, se i progetti contemplano l'uso di Intelligenze Artificiali, macchine autonome, robot.

I tre incontri - "Etica della cittadinanza digitale. Una battaglia civile contro le professioni escludenti" (3 marzo), "Etica come caratteristica distintiva degli esseri umani. L'innovazione tecnologica alla prova della saggezza e del buon senso" (4 marzo) ed "Etica per il lavoro umano. Dove i luddisti avevano ragione" (5 marzo) - partiranno da queste riflessioni per ragionare, con esperti e studiosi, sul significato di etica nell’epoca contemporanea.

Ognuno dei tre incontri verrà aperto con la presentazione di risultati della ricerca "Atteggiamenti e sensazioni di fronte alla novità digitale dei giovani italiani (fascia di età 18-30 anni)", condotta per Assoetica dall'istituto Scenari. Tra i relatori del primo incontro del 3 marzo, il docente del dipartimento di Scienze sociali e politiche, Luca Solari.

La partecipazione è libera, ma è necessario registrarsi online a ciascuno dei tre eventi.

Contatti

  • Luca Solari
    DIPARTIMENTO DI SCIENZE SOCIALI E POLITICHE