Pubblicato il: 28/02/2018
Biblioteca di Sesto San Giovanni

La Biblioteca di Mediazione interculturale e comunicazione - Foto di Luciano Allione e Paolo Sacchi, 2010

Possono le biblioteche essere luoghi di incontro, di reciproca conoscenza tra culture e di rigenerazione sociale?

È la domanda da cui prende le mosse la giornata di studi dal titolo "Biblioteche: luoghi comuni?", che si terrà venerdì 2 marzo, presso l'aula T8 del Polo di Mediazione interculturale e comunicazione dell'Università Statale di Milano. Inizio ore 9.15, piazza I. Montanelli 1, Sesto S. Giovanni.

Promosso dalla Biblioteca del Polo di Sesto e destinata a studenti, personale e operatori del settore, la giornata offre un'occasione di approfondimento sul ruolo della biblioteca come luogo "abitato" anche in carcere o in comunità di stranieri in Italia, con specifici approcci alla lettura e allo studio.

Aprono la giornata Giovanni Turchetta, direttore del dipartimento di Scienze della Mediazione linguistica e di Studi interculturali, Tiziana Morocutti, coordinatore del Servizio Bibliotecario d'Ateneo, e Alessandra Magro, assessore alla Cultura del Comune di Sesto San Giovanni, mentre introducono i lavori Daniela Spagnolo Martella e Maria Vittoria Calvi, rispettivamente responsabile e direttore scientifico della Biblioteca di Mediazione interculturale e comunicazione.

Chiude la giornata Martina Ferrario, studentessa di Mediazione linguistica in Statale, con un intervento sulla comunità cinese in Italia e sul loro approccio a cui sta dedicando la sua tesi di laurea, sotto la guida della professoressa Clara Bulfoni.

Contatti

  • Daniela Spagnolo Martella
    BIBLIOTECA DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE E DI COMUNICAZIONE